Finalmente, dopo 9 mesi di duro confronto con l’Assessorato alla Sicurezza del Comune di Bologna e, in particolare, con l’Assessore Aitini si è giunti al rinnovo della convenzione scaduta a luglio dello scorso anno e al ripristino di un servizio civico considerato dai cittadini un sano contributo alla cosiddetta “sicurezza percepita”.

Ancora una volta il volontariato bolognese esprime buon senso, dono e spirito di servizio, gratuitamente.

Alla conferenza stampa convocata nella storica Piazza Verdi per illustrare la convenzione, l’Assessore Aitini, nonostante l’invito, era assente. Il Presidente Raia evidenzia che “Aitini ha avuto un atteggiamento abbastanza ostile nei confronti di cittadini che vogliono solo fare volontariato e dare una mano”. Ma conclude sull’importanza del risultato ottenuto: “Oggi siamo al dunque. In settimana il Comandante della Polizia Locale, Romano Mignani, – che sentitamente ringraziamo per aver ben moderato una situazione davvero complicata e dagli sviluppi imprevedibili – dovrebbe convocarci per rendere operative le convenzioni.”

“Saremo in giro nelle piazze e nelle strade a guardare quello che succede con la semplice presenza di un cittadino non invasiva, non da militare per intenderci. Dovrebbe servire ad aumentare la percezione di sicurezza. Dopodiché il nostro compito è quello di osservare e di informare l’amministrazione dei fatti che capitano.” Otello Ciavatti, Comitato Piazza Verdi

Gli assistenti civici di Bologna, 46 formati con l’ultimo corso e 100 già abilitati in corsi precedenti, sono pronti a tornare in strada secondo una nuova convenzione tra il Comune e nove associazioni che vorrebbero potenziare il progetto e chiedono di prevedere scadenze fisse annuali per formare i volontari, confronti periodici con l’Assessore alla Sicurezza, alcune bici, un vestiario più fornito, garanzie sul rimborso delle spese vive, una festa annuale dell’Assistenza Civica e, aggiunge Raia, “la costituzione della Consulta Comunale per la Sicurezza e la Legalità” che si andrebbe ad aggiungere alle cinque Consulte Comunali già esistenti. Richieste ascoltate dal capogruppo del PD in Consiglio Comunale, Claudio Mazzanti, che ha commentato l’accordo: “Si parte. Bene, oggi siamo arrivati a questa esperienza, siamo partiti con alcune incomprensioni ma alla fine siamo qui e la volontà dell’Amministrazione è portare avanti questa esperienza.”

La nuova convenzione per gli Assistenti Civici sulla stampa

 

10 giugno 2019

11 giugno 2019

11 giugno 2019

  

Nuova convenzione per gli Assistenti Civici